15 Dicembre 2016

Parco archeologico di Elea Velia

[edsanimate_start entry_animation_type= “slideInRight” entry_delay= “0” entry_duration= “0.5” entry_timing= “linear” exit_animation_type= “” exit_delay= “” exit_duration= “” exit_timing= “” animation_repeat= “1” keep= “yes” animate_on= “load” scroll_offset= “” custom_css_class= “”]

Resti del parco archeologico di Velia con pezzi di colonne e muratura

[edsanimate_end]

Considera come cose che pur sono assenti, alla mente siano saldamente presenti… (Parmenide di Elea)

È una delle colonie fondate nella Magna Grecia dai Greci fuggiti da Focea (attuale costa della Turchia) a seguito dell’assedio del re persiano Ciro. I Focei, dopo la vittoriosa battaglia di Alalia contro Cartaginesi ed Etruschi, arrivarono nel territorio abitato dagli Enotri, tra Punta Licosa e Palinuro. Qui, intorno al 540 a.C., costruirono la città di Elea e diedero vita ad una nuova polis greca che, presto, diventerà tra le più importanti per la presenza della Scuola Eleatica (fondata da Parmenide e dal suo discepolo Zenone).

La città di Elea, chiamata Velia dai Romani, è famosa per la presenza di una struttura architettonica scoperta nel 1964 e, impropriamente, chiamata Porta Rosa. 

Per fruire al meglio degli scavi di Elea Velia è preferibile visitarlo accompagnati da una Guida Turistica Autorizzata.

Orari

Da Ottobre a Giugno è aperta dal mercoledì al lunedì dalle ore 9.00 ad un’ora prima del tramonto

Da Luglio a Settembre è aperta dal venerdì al mercoledì dalle ore 9.00 ad un’ora prima del tramonto

Tariffe e per maggiori informazioni

Visita il sito del Parco archeologico di Elea Velia

Call Now Button